header i-Italy

Con il Portale del MAECI, il mondo parla italiano

Giada Gramanzini (May 23, 2018)
Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha realizzato una piattaforma interamente dedicata all’insegnamento della nostra lingua e alla promozione della cultura del Bel Paese all’estero, fruibile da tutti coloro che hanno necessità o piacere di apprendere l’italiano, o anche solo voglia di valorizzarlo.

Perché studiare l'italiano? Non solo perché riconosciuto universalmente come una lingua meravigliosa, ma anche perché costituisce la chiave d'accesso a un patrimonio culturale unico, a uno stile di vita senza paragoni e a delle produzioni di eccellenza a livello globale. L'italiano, non va sottovalutato, diventa poi sempre di piu' una lingua importante anche nel mondo degli affari. 

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha realizzato una piattaforma interamente dedicata all’insegnamento della nostra lingua e alla promozione della cultura del Bel Paese all’estero, fruibile da tutti coloro che hanno necessità o piacere di apprendere l’italiano, o anche solo voglia di valorizzarlo. Il Portale della Lingua Italiana intende essere un punto di riferimento sia per gli stranieri, sostenendoli nel loro percorso di integrazione e acquisizione delle competenze linguistiche, sia per gli italiani nel mondo, consentendo un facile accesso a tutte le informazioni relative a notizie ed eventi organizzati a livello internazionale.

   La home page presenta tre sezioni principali (LINGUA, NOVITÀ e i-ITALIAMO), ciascuna delle quali suddivisa a sua volta in sottounità. Cliccando su LINGUA, sezione statica e sottoposta a un aggiornamento periodico, gli stranieri interessati possono raccogliere informazioni sui CORSI erogati dagli Istituti Italiani di Cultura e non solo; sullo studio dell’italiano nelle SCUOLE e nelle UNIVERSITÀ all’estero; sui dati aggiornati riguardanti il panorama mondiale dell’insegnamento dell’italiano in tutti i contesti di apprendimento (alla voce OSSERVATORIO).

La sezione NOVITÀ, dinamica e sottoposta a un aggiornamento continuo, consente invece di accedere alle principali NOTIZIE relative all’insegnamento della lingua italiana nel mondo, agli EVENTI promossi dalla rete diplomatico-consolare e ai DOCUMENTI selezionati dalle Società Scientifiche in ambito linguistico.

i-ITALIAMO, infine, è un contenitore di filmati, spot promozionali e interviste raccolte in Italia e in giro per il mondo. Tra questi, gli episodi della web series PAROLE PAROLE prodotta da Casa Italiana Zerilli-Marimò, sede del Dipartimento di Italianistica della New York University, che vede come protagonisti docenti universitari, artisti, scrittori e giornalisti, i quali presentano ogni settimana una parola italiana a loro cara per ragioni letterarie, linguistiche, storiche o puramente personali.

 Per la creazione del sito, la Farnesina si è avvalsa della collaborazione di enti attivi nell'ambito della promozione della lingua e della cultura italiana, tra cui MIBACT, MIUR, Accademia della Crusca, Società Dante Alighieri, Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, Accademia Nazionale dei Lincei, Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena e Università degli Studi Roma Tre.

A intervenire in ambito linguistico, le Società Scientifiche AItLA (Associazione Italiana di Linguistica Applicata); ASLI (Associazione per la Storia della Lingua Italiana); DILLE (Società di Didattica delle Lingue e Linguistica Educativa); SIG (Società Italiana di Glottologia); SLI (Società di Linguistica Italiana) e SIFR (Società Italiana di Filologia Romanza).

 L’auspicio, dunque, è quello di riuscire a semplificare agli stranieri l’apprendimento della quarta lingua più studiata al mondo dopo inglese, spagnolo e cinese; a tenere in costante aggiornamento i nostri compatrioti all’estero e, più in generale, tutti gli amanti della nostra cultura. L’italiano, d’altronde, affascina da sempre per la sua musicalità, ma soprattutto perché è la lingua dei più grandi poeti, pittori, attori e compositori di tutti i tempi; è la lingua della moda, della classe e dell’eleganza; è la lingua del gusto e dell’arte di cucinare e per tutti questi motivi non tramonterà mai.

Comments

i-Italy

Facebook

Google+

Select one to show comments and join the conversation