header i-Italy

Italy Meets the USA: VI Summit sull'economia italiana a New York

Il 14 febbraio il Time Warner Center di New York accoglie il sesto summit di "Italy Meets the USA”. L'evento, organizzato da Fernando Napolitano, presidente di IBII - The Italian Business & Investment Initiative in collaborazione con EY - Ernst & Young e l'American Chamber of Commerce, vede riuniti imprenditori, banchieri, finanzieri ed economisti italiani e americani. Lo scopo è quello di potenziare il rapporto delle imprese italiane con il mercato statunitense.

La sesta edizione del summit dell'economia italiana presenta una fitta agenda di interventi. I temi di quest'anno sono quelli del food, energy, automotive, infrastrutture, manufacturing e pharma. Tra le figure di spicco il Ministro della Salute, Beatrice LorenzinGuido Nola, Senior Country Officer della JP Morgan Italy, Riccardo Ruggiero, CEO Tiscali, Francesco Starace CEO Enel, l'Ambasciatore italiano negli Stati Uniti Armando Varricchio e molti altri. 

"L'obiettivo degli organizzatori è di accreditare sempre di più l'Azienda-Italia agli occhi della business community americana­ con maggiore impegno nell'attuale fase di trasformazione del sistema americano impressa dal nuovo Presidente - e di sostenerla come un sistema-Paese compiuto ed efficiente." spiega il presidente dell'IBII Fernando Napolitano

"Accreditare la nostra business community significa promuovere relazioni e affari, non solo fare dibattiti e basta. L'Italia, con le sue capacità, competenze e potenzialità, è ancora poco conosciuta nel mondo del business americano, e abbiamo investito tutto il nostro impegno per farla conoscere meglio, attrarre investimenti americani sulle idee e le competenze italiane, dar modo ai giovani italiani di talento di formarsi negli Stati Uniti", aggiunge il presidente IBII.

Il rapporto tra Stati Uniti e Italia è uno dei pilastri attorno a cui costruire la crescita dell'economia italiana, da sempre orientata all'export. Numerosi sono, infatti, i casi di aziende internazionalizzate in mercati americani, soprattutto in settori quali Telco, Energy, Pharma, Food, Manufacturing. Ciascuno di essi presenta spunti interessanti: dalla crescita dell'Energy, alla conferma del Manufacturing, storicamente preponderante, all'eccellenza del Pharma e alle opportunità non ancora pienamente sfruttate per Food e Telco. 

La fiducia dei consumatori e degli investitori esteri nell¹economia italiana sta crescendo anche grazie all¹azione di governo dell¹ultimo anno, in primis il Piano Industria 4.0 - commenta Donato Iacovone, Ad di EY in Italia e Managing Partner dell'Area Mediterranea - Perché il trend continui a essere positivo è fondamentale che si porti avanti un percorso strutturale di riforme, volte a semplificare pubblica amministrazione, giustizia, lavoro, fiscalità e trasporti.

Dopo anni di recessione, la nostra economia sta infatti manifestando segnali positivi, soprattutto per quanto riguarda l¹export, che rappresenta il 25% del PIL con un valore di oltre 400 miliardi di euro. Quello su cui si deve assolutamente lavorare è la capacità del nostro Paese di attrarre investimenti esteri, elemento cruciale per aumentare le nostre performance economiche, creare nuovi posti di lavoro e concretizzare il grande potenziale inespresso dell'Italia.

I co-promotori del Summit di New York sono l'Aspen, Us Ita Council, l'Us Study Center e l'Università Bocconi. Gli sponsor che renderanno possibile l¹iniziativa, sono Deutsche Bank, Enel, Enel Green Power, Democenter, Farmindustria, MC Square, Mercatus, Mediaset, J.P. Morgan, Invitalia, SACE, Terna, Wind Tre. Tra i partecipanti confermati al summit di New York: Domenico Arcuri, Ceo di Invitalia; Stefano Bonaccini, Presidente della Conferenza Stato-Regioni; Simone Crolla, Managing Director, American Chamber of Commerce in Italy; Alessandro Decio, Ceo di Sace; Massimo Scaccabarozzi, President, Farmindustria; Rodrigo Cipriani Foresi, Managing director di Alibaba Italy, Spain and Greece; Maximo Ibarra, Ceo di Wind Tre; Luigi Michi, Head of Strategy & Development, Terna; Guido Nola, Senior Country Officer, JP Morgan Italy;  Haresh Patel, Ceo di Mercatus; Andrea Pontremoli, Ceo Dallara, Jeffrey Libshutz, Vice Chairman, Linkem, Laura Raimondo, Senior Vice President, UPMC International, William S. Marth, President & Ceo, AMRI, Todd Pope, President & Ceo, Transenterix, Armando Varricchio, Italian Ambassador in the US.

Per maggiori informazioni >>>

Comments:

i-Italy

Facebook

Google+