header i-Italy

Tra alberi di velluto e guide d'arte contemporanea

Mila Tenaglia (April 25, 2014)
Il Gonsolato Generale d’Italia ha presentato lo scorso mercoledì il libro del diplomatico e collezionista d’arte Giorgio Guglielmino. “This is now. A geographical Guide to Cutting-Edge Contemporary Art”. Il Console Generale Natalia Quintavalle ha introdotto al pubblico un ulteriore ospite, Teresa Cinque, artista toscana che lavora con stoffe, carte da parati e molto altro. Tra scrittura e arte.

“Un approccio geografico su l’arte contemporanea nel mondo è la novità di questa guida” Natalia Quintavalle tiene tra le mani il libro di Giorgio Guglielmin0. Un doppio incontro tenutosi al Consolato Generale d'Italia per presentare due persone che distintamente hanno portato l’arte a New York.

 

Giorgio Guglielmino lo ha fatto con la scrittura “This is now. A geographical Guide to Cutting-Edge Contemporary Art”. 

Teresa Cinque invece ha creato "Velvet Park", un progetto nato con Natalia Quintavalle. Questa artista con le stoffe ha dato vita ad alberi vellutati che sono stati disseminati sui muri della stanza del consolato generale d’Italia. Un tocco primaverile e gioioso.

Lo scrittore e diplomatico Giorgio Guglielmino ha vissuto in Gran Bretagna, India, Argentina e Kenya. Si presenta raccontando se stesso e il rapporto peculiare con l’arte. Anche se non ha mai studiato questa materia all’Università ha sempre avuto un’empatia e un’affinità molto
forte con questa. “Ho cominciato collezionando foto da quando avevo 30 anni. Anni dopo ho collaborato con alcune riviste di arte e a collezionare pezzi di arte contemporanea”.

Questa guida geografica porta il lettore in un viaggio dentro gli studi artistici delle zone più disparate del mondo: America Latina, India, Africa, Europa dell’Est. Una lente di ingrandimento per comprendere come gustarse l’arte contemporanea nelle sue molteplici sfaccettature.

“Questi sono brevi racconti che si possono leggere ovunque” racconta Giorgio Guglielmino,
“L’arte contemporanea è difficile da capire, è molto critica alle volte. Nei miei viaggi ho cercato di descrivere i differenti ambienti, i laboratori e i caretteri degli artisti nel modo più spontaneo possibile”.

La prefazione è scritta da Alan Cristea, artista che ha fondato una delle più grandi gallerie d’arte a Londra. “Non è un caso che Giorgio scriva anche racconti per bambini” riporta nell'introduzione “Perchè riesce a racconta le percezioni che ha avuto nel corso dei suoi viaggi guardandoli con gli occhi dei bambini”.

Lo scrittore conclude la presentazione del libro portando un esempio emblematico di due artisti di cui scrive nel libro. Il Brasiliano Vik Muniz, artista che lavora tra scultura, fotografia, pittura. “Dalla polvere di diamanti, al cioccolato liquido, ai confetti”.

Ha ricreato infatti nel 1999 lo straziante e noto volto della “Medusa” di Caravaggio attraverso materiali come la ceramica che rimandano a un piatto di pasta all’Amatriciana.

Oppure Tino Sehgal: “Questo artista non dipinge, crea situazioni. Definisce infatti la sua arte come “constructed situations”: le voci, le interazioni, i linguaggi sono i materiali che usa nel suo modus operandi”.

Teresa Cinque invece è un’artista toscana a cui è stato affidato il progetto "Velvet Park", ovvero creare soffici e preziosi alberi di velluto sui muri del consolato.

“L’idea è nata spontaneamente, non dovevo per forza disegnare alberi. Ma appena entrata qui dentro ho sentito una grande energia e mi sono ispirata alla natura e al legno”. Teresa sorride, è emozionata, i suoi occhi parlano più del suo stesso racconto.

"Lavoro con una compagnia toscana che si chiama 'L’Albero della Cuccagna'... ma il progetto qui al consolato non è ancora finito”.

Il due giugno, per la festa della Repubblica Italiana, tutti i muri delle stanze del consolato saranno costellati dai suoi alberi in velluto.

Lunghe diramazioni di tessuto si disperdono fino al soffitto e invogliano a toccare il soffice e delicato velluto.

Un appuntamento dunque da non perdere quello del 2 giugno oltre che festeggiare la festa della Repubblica Italiana.

Comments:

i-Italy

Facebook

Google+