header i-Italy

Roy Paci, gli Aretuska ed i Sun. Musica da non dimenticare a Brooklyn

Maria Cammarata (October 17, 2009)
Grande concerto nell'High Schol di Seth Low JHS. Grazie all' ANFE Sicilia, il Consolato Generale d'Italia a New York e la Fiao


Un concerto che non dimenticheranno a Brooklyn. Roy Paci & gli Aretuska ed i Sun, direttamente dalla Sicilia, hanno portato nella scuola High School di Seth Low JHS, il loro messaggio di legalità nell'ambito dell'iniziativa ElliSicily .

 

Lo hanno fatto a modo loro e nel modo più convincente.  Grande musica dunque. Due approcci diversi quelli del gruppo di Roy Paci e dei Sun,  con in comune però un forte radicamento in Sicilia. 

 

L'iniziativa - inserita in un fitto calendario di eventi sul tema della legalità - è stata il frutto di una importante collaborazione tra ANFE Sicilia, il Consolato Generale d'Italia a New York e la Fiao, nella persona del prof. Jack Spatola,  che da decenni lavora nel promuovere attività comunitarie, sportive, sociali, culturali a favore della collettività italo-americana. 

Presenti tra il pubblico il Vice Console Maurizio Antonini, il direttore dell'Enit di New York Riccardo Strano, in rappresentanza dell'ANFE,  il presidente Nazionale Learco Saporito, il direttore Dipartimento politiche migratorie in Sicilia, Gaetano Calà e il coordinatore nazionale  sul territorio americano, Tony Tufano.  In platea ad ascoltare anche un musista italiano eccellente, Mauro Pagani, che ha fatto parte della Premiata Forneria Marconi e ha collaborato con molti altri autori e musicisti di calibro, fra cui soprattutto Fabrizio De André. 

 

Musica di altissima qualità quella che i gruppi hanno proposto.  Roy e gli Aretuska hanno suonato alcuni dei loro brani più conosciuti. Pezzi come "Viva la Vida", "L'Isola dei Fessi", "Malarazza", "Toda Joia".  Fiati e percussioni di grande impatto, energia in una viva coreografia che ha accompagnato la musica con sapienza. 

 

I Sun, (con Dario Sulis, Alessandro Palacino e Diego Spitaleri), hanno sviluppato il loro repertorio passando dal tradizionale al contemporeo. "Flussi pisci",  "Pirati a Palermo" , di Rosa Balistreri,  "Mi votu e mi rivotu" -  fino ad una rivisitazione della Sonata di clavincembalo di Scarlatti liberamente ispirata.

 

Intensa la partecipazione del pubblico soprattutto nel corso dell'esecuzione di "Vitti na crozza" e "Navi che partono".  Richieste di bis per entrambi i gruppi che hanno eseguito insieme un divertente brano finale. Il pubblico, spinto dall'energia unica di Roy Paci, si è alzato per confluire sotto il palco e ballare. 


(Pubblicato su America Oggi)


Comments

i-Italy

Facebook

Google+

Select one to show comments and join the conversation